Imbiancare a spruzzo

Imbiancare a spruzzo

L’imbiancamento a spruzzo consiste in un efficace sistema di tinteggiatura delle pareti, rapido ed anche divertente. Grazie a questo sistema, infatti, il colore viene applicato sulle pareti utilizzando direttamente una pistola ad aria compressa: la vernice quindi viene spalmata direttamente sulla superficie senza alcun contatto diretto, usando come catalizzatore solamente l’aria.

Imbiancare a spruzzo è indicato soprattutto se si voglia dipingere la parete di una stanza in modo rapido, semplice e veloce, senza troppe complicazioni.

Per poter procedere bisogna utilizzare una pistola ad aria compressa, che deve essere ovviamente regolata bene e curata e pulita in ogni sua parte. La pistola ad aria compressa deve essere dotata di un ugello, la zona dalla quale fuoriesce la vernice, che deve avere una grandezza sufficiente (in genere di 1.5 mm, ma anche 2 mm o più in alcuni casi).

La pressione che viene esercitata dalla pistola è un altro elemento fondamentale per imbiancare a spruzzo in maniera impeccabile. La pressione va regolata a seconda delle esigenze, in genere il valore medio è di 2 bar circa.

Le operazioni preliminari 

Come si procedere all’imbiancatura con la pistola? Innanzitutto è necessario seguire alcune operazioni preliminari che hanno lo scopo di garantire la sicurezza personale (non a caso per imbiancare a spruzzo bisognerebbe sempre rivolgersi ad un esperto, evitando di procedere in autonomia a meno che non si sia esperti). 

Inoltre bisogna preparare anche l’ambiente di lavoro, di modo che sia adeguato. Bisogna usare in primis una mascherina che serve per proteggere le vie respiratorie dal solvente che si trova nella vernice, ed ovviamente una tuta perché il rischio di sporcarsi è molto alto. 

Inoltre bisogna predisporre bene la zona di lavoro, stendendo dei teli di plastica ed arieggiando con cura la stanza, le finestre devono restare aperte per tutta la durata dei lavori per evitare che le particelle della vernice rimangano intrappolate nell’ambiente. 

Le fasi dell’imbiancatura a spruzzo sono le seguenti: in primo luogo si applica uno strato di vernice trasparente o colorata, se si vuole modificare lo sfondo della parete. Quindi si deve stuccare e levigare la parete, con l’ausilio della carta vetrata, per lasciarla completamente. 

A questo punto bisogna passare all’imbiancatura a spruzzo: si inizia dai bordi, per coprire tutta la parete. La seconda mano deve essere applicata a 90 gradi e in modo incrociata. Se la vernice dovesse colare, si procede alla fine del lavoro con un pennello che rimuoverà le varie gocce. 

Quando si procede con l’imbiancatura a spruzzo ci sono alcuni errori che bisogna assolutamente cercare di evitare. Il primo è quello di lasciare la superficie grezza: in questo caso, la vernice risulterà grumosa e la parete poco liscia. Come abbiamo detto, quindi, bisogna lisciare perfettamente il muro prima di procedere all’imbiancatura a spruzzo.

Non bisogna poi mescolare i colori per pochi minuti, perché se la vernice è formata da microgranuli può essere che si formino dei grumi esteticamente poco gradevoli.

Se si utilizza un compressore non tarato, inoltre, l’imbiancatura a spruzzo potrebbe uscire poco omogenea.

Lascia un commento